Chi siamo

OttoOTTO GROSSMUNSTER 

Nasce a Francoforte. Il padre, Peter Grossmunster fu dirigente della Bundesbank e anche consulente della Munich Re in qualità di responsabile del settore Kraftfahrzeughaftpflichtversicherung. Peter purtroppo morì durante una festa quando ubriaco di birra sfidò gli amici pronunciando per cinque volte di seguito la parola Kraftfahrzeughaftpflichtversicherung e morendo soffocato.

Nonostante la perdita paterna Otto Grossmunster si laurea con pieni voti alla Universität Frankfurt am Main. La sua tesi di laurea dal titolo Economia. Cos’è? Boh! dove affronta in chiave neo-liberale-hegeliana-marxista-vonhayekiana il problema della vendita delle patate olandesi in Germania crea grande scalpore e viene pubblicata dalle maggiori riviste di economia tedesche.

Successivamente entra alla University of Chicago su segnalazione di Helmut Kohl entrando in contatto con Milton Friedman che dirà di lui “Non so se è un genio della politica monetaria. So solo che ogni volta che mi giravo mi sparivano le monete dal portafoglio”.

Consegue il PhD con la tesi intitolata Meglio mille marchi oggi che mille lire domani dove teorizza le conseguenze di un’unione monetaria tra Germania e Italia.

Diventa poi professore incaricato alla Ludwig-Maximilians-Universität München ma lascia la carriera accademica per dedicarsi al mondo della finanza.

Entra prima in Deutsche Bank ma esce subito dal retro perchè non riesce a trovare l’ascensore e passa poi alla Berliner Sparkasse dove rimane per alcuni anni in qualità di amministratore delegato.

Nel 2013 assieme ad un gruppo di imprenditori bavaresi fonda la Strunzbank Gmbh di cui è amministratore delegato e presidente.


Emma Rostock von Rottermeier

EMMA ROSTOCK VON ROTTERMEIER

E’ assistente personale di Otto Grossmunster e sorella di Franz Rottermeier, dirigente della BCE, detto anche “Il Mostro di Francoforte”.

Emma si è laureata all’Universität Bremen in new media management e ha poi iniziato la sua carriera nel settore comunicazione allo Strip Club Berlin Golden Dolls per poi passare allo Tabu Bar Tabledance Club dove conosce Otto Grossmunster appena trasferitosi nella capitale tedesca.

Emma parla fluentemente 4 lingue ed tra cui l’italiano e si occupa della parte linguistica del blog aiutandosi con un team di esperti di lingua, tutti italiani e tutti residenti in Bangladesh.