Il Corano e la Sunna (la raccolta degli Hadith o gesta del Profeta) sono le fonti della Sharia, la legge islamica.

Mentre nel Cristianesimo a livello teologico la separazione tra piano spirituale (religione) e piano materiale (Stato) è netta e ben definita il “successo” materiale della vita di Maometto ha comportato anche la gestione amministrativa di un vasto territorio e l’applicazione di leggi di ispirazione divina.

Al fedele viene di conseguenza chiesta la completa sottomissione al volere divino che in casi estremi può arrivare a vere e proprie esperienze di bondage anche un poco kinky.

È l’Islam bellezza… e come vedremo tra qualche episodio tutto questo porta anche a normare rigidamente le attività commerciali e finanziare. Perché Allah non fa sconti (e non firma cambiali).