Un imprenditore deve essere al corrente del fatto che la maggior parte delle start-up falliscono nei loro primi anni di vita. Ma questo non li deve fare desistere dall’inseguire il suo sogno. L’imprenditore deve coltivare l’OTTIMISMO.

L’ottimismo è l’ossigeno necessario per il progresso ed è qualcosa di più di un semplice sentirsi bene dopo aver fumato qualche strana erba dal forte sapore di origano.

L’ottimismo è un’attitudine che non trascende l’esaminare con razionalità una situazione o un problema. L’ottimismo porta alla sicurezza in sé stessi e alimenta l’ambizione che ha sua volta fa scattare l’azione. Senza questa sensazione di speranza per il futuro la vita diventerebbe una cosa alquanto grigia. Scopriamo insieme come coltivare l’ottimismo.