In una fase storica in cui il mito della globalizzazione giunge a un parziale tramonto (per ora) riemerge l’importanza della cultura considerata come insieme di valori, tradizioni, usi costumi di un gruppo o comunità. Un fatto sottovalutato dai costruttori dell’odierna unione monetaria europea, che hanno valutato il loro progetto secondo le sole variabili economiche pensando che gli uomini siano solo ingranaggi di una macchina industriale. Ma i numeri non hanno anima e non hanno sentimenti.

Mentre ai nord europei piace la birra, i latini preferiscono il vino. Non sono differenze da poco soprattutto quando ad ubriacarsi è lo Stato. Vediamo quali sono le conseguenze di questi diversi gusti alcolici nel capoluogo di una regione capitale del vino per eccellenza e dove lo scontro tra astronomia ed economia è principalmente a favore degli astri: Torino.

Link
La Psicologia delle Folle (libro completo)

Demografia Torino