Nel 1991 non potendo più importare i vecchi dinar fatti in Svizzera il dittatore senza carie Saddam Hussein decide di stampare delle nuove banconote con il suo volto costringendo gli iracheni a adottarle. Eccetto nel Kurdistan iracheno che Saddam non può controllare dopo la sconfitta da parte degli USA nella Prima Guerra del Golfo. I kurdi iracheni devono quindi affrontare un inedito problema: cosa utilizzare come moneta per favorire gli scambi di merci, armi e hashish? Ma naturalmente i vecchi dinar fatti in Svizzera, una moneta che ora non ha l’appoggio di nessuno Stato e che spontaneamente prende vita da sola, apprezzandosi persino nei confronti del dollaro americano.